Nesta, Maldini, Cafù? “Voglio che facciamo come loro”. Qual è il programma del Milan per la prossima stagione

SPORT.RO

La data di pubblicazione: mercoledì 27 luglio 2022, 18:04

Data di aggiornamento: mercoledì 27 luglio 2022, 18:10

I rossoneri hanno portato l’attaccante Originale Divock gratis dal Liverpool e hanno pagato 4,5 milioni di euro per Messia giovane, all’estrema destra di Crotone. Anche il Milan ha presentato l’esterno Alessandro Florenzisono arrivati ​​per 2,7 milioni di euro dall’AS Roma e li hanno resi felici Luc Stanga e Andrea Jungdal con la possibilità di essere presente nella grande squadra del club.

Tuttavia, i “diavoli” sono pronti a dare spettacolo nella nuova stagione di campionato e, perché no, ad avere successo fuori in Champions League. AC Milan ha vinto lo scudetto nella stagione appena conclusa e accederà direttamente ai gironi di Champions League, trofeo che hanno vinto 11 volte nella loro storia.


Tomori: “Vogliamo fare come Nesta, Maldini, Stam, Cafu”


Fikayo TomoriIl miglior difensore centrale del Milan, valutato 50 milioni di euro, secondo i siti specializzati, ha rilasciato una dichiarazione di ‘marchio’ dove ha parlato della nuova stagione e di cosa vuole fare con i rossoneri.


“Sono un difensore, ho visto Nesta, Maldimi, Stam, Cafu… Erano tutti molto forti. Ricordo le finali di Atene, Manchester e anche Istanbul. So che questo club è speciale, soprattutto nella Lega dei Campioni Siamo giovani, ma ora abbiamo un po’ più di esperienza e vorremmo fare quello che hanno fatto loro”. sono state le parole di Tomori a La Gazzetta dello Sport, citate da Tutomercato web.


Quando il Milan ha vinto l’ultima volta la Champions League?

L’ultima volta che il Milan ha alzato il trofeo della Champions League nel 2007 il 23 maggio. Poi i rossoneri gli si sono rivolti contro Liverpoolche li ha battuti nel 2005 in una finale raccapricciante terminata 3-3, che hanno perso ai rigori.

Il Milan è riuscito a battere il Liverpool 2-1 allo Stadio Olimpico di Atene. Inzaghi ha aperto le marcature al 45′ e ha aggiunto otto minuti prima del fischio finale, assicurando la vittoria alla squadra a San Siro, anche se Kuyt aveva ridotto il distacco all’89’, l’argentino, nominato migliore in campo, è riuscito a vendicare il Milan davanti ai “cormorani” inglesi.

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.