Sii il primo a cenare in un ristorante stellato a Dubai – Intrattenimento > Viaggi

A giugno Michelin ha presentato la selezione 2022 della Guida MICHELIN Dubai – la prima edizione negli Emirati Arabi Uniti – che celebra la spettacolare mappa culinaria di Dubai, tanto vibrante e diversificata quanto energica. Un totale di 69 ristoranti, che coprono 21 tipi di cucina, sono stati selezionati e consigliati da ispettori anonimi della Guida MICHELIN. Alla sua prima edizione, la Guida MICHELIN Dubai 2022 premia due ristoranti MICHELIN 2 stelle, nove ristoranti MICHELIN 1 stella e 14 ristoranti Bib Gourmand.

Foto: Economia e turismo di Dubai / Ristorante Hakkasan

Sei un amante del cibo? Ti piace unire la sensazione di vacanza con il gusto del miglior cibo che puoi assaggiare? Allora Dubai ti invita ad essere tra i primi a gustare un ristorante stellato Michelin! Soprattutto perché ora hai la migliore offerta estiva: più di 70 offerte “Rimani di più, paghi di meno” dei migliori hotel e resort di Dubai, dalle convenienti proprietà a tre stelle all’esperienza di lusso a cinque stelle.
Siete pronti? Prenditi una pausa di qualche minuto, seleziona i tuoi ristoranti preferiti e inizia a pianificare il tuo viaggio a Dubai LA TUA ULTIMA ESTATE.

Due ristoranti premiati con due stelle MICHELIN

Il Ristorante – Niko Romito riceve due stelle Michelin per la sua cucina italiana moderna, equilibrata, pura e chiara. Gli ingredienti della migliore qualità arrivano dall’Italia per i piatti di pesce e pasta.

Foto: Dubai Economia e Turismo / Il Ristorante – Niko Romito

Ospitato in una proprietà in stile coloniale al The Palm, STAY by Yannick Alléno colpisce per il suo approccio meno è più, che si traduce in piatti precisi e sofisticati sapientemente preparati con la cucina francese al centro.

Foto: Economia e turismo di Dubai / SOGGIORNO di Yannick Alléno

9 ristoranti premiati con una stella MICHELIN

Mettendo in mostra l’eccellenza, il talento e la creatività del panorama culinario di Dubai, 9 ristoranti che servono una vasta gamma di cucine dal portoghese all’indiano, giapponese e cinese sono stati premiati con una stella MICHELIN. 11 Woodfire dello chef e proprietario di origine malese Akmal Anuar offre una varietà globale di verdure, frutti di mare e carne grigliati alla perfezione su quercia, noce o fieno.

Foto: Economia e turismo di Dubai

Gestito da Saverio Sbaragli, che ha affinato la sua arte presso il tre stelle MICHELIN Arpège, Al Muntaha si trova nel capolavoro architettonico Burj al Arab e offre una cucina francese sofisticata e raffinata con influenze mediterranee.

Foto: Economia e turismo di Dubai / Al Muntaha

L’Armani Ristorante presenta una cucina italiana precisa e moderna al Burj Khalifa, dove piatti splendidamente decorati vengono accolti con un servizio attento ed entusiasta. Specialità italiane come gli agnolotti del plin, il filetto di scorfano e l’agnello al mirto sottolineano l’esperienza degli chef.

Foto: Dubai Economy e Toursim / Armani Ristorante

Inaugurato per la prima volta a Londra nel 2001, l’avamposto Hakkasan di Dubai presso l’Atlantis Hotel offre piatti cinesi reinventati esclusivi di Dubai, tra cui l’aragosta litchi con una perla di yuzu.

Foto: Economia e turismo di Dubai / Hakkasan

Höseki è un ristorante omakase a nove posti gestito dal maestro di sushi di sesta generazione Masahiro Sugiyama. Situato al quarto piano del Bulgari Hotel, offre un’esperienza omakase personalizzata, utilizzando ingredienti freschi importati quotidianamente dal Giappone.

Situato nel seminterrato dell’hotel Atlantis accanto all’acquario, Ossiano è un mondo di cucina creativa, e i suoi menu “Metanoia” si ispirano ai ricordi d’infanzia dello chef Grégoire Berger, offrendo piatti con contrasti di consistenze fini e un’impressionante chiarezza di gusto. .

Foto: Dubai Economia e Turismo / Ossiano

Il primo avamposto internazionale dello chef portoghese di fama mondiale José Avillez, Tasca by José Avillez al Mandarin Oriental Hotel è organizzato attorno a una cucina a vista in cui il talentuoso team di cucina abbina prodotti freschi di eccellente qualità a piatti portoghesi, dinamici e innovativi, da condividere.
Di proprietà dello chef di fama mondiale Massimo Bottura, Torno Subito, situato nel bellissimo W Hotel on the Palm, offre classici italiani, primi piatti e dolci con un tocco in più.

Il Trèsind Studio nasce da un’idea di Himanshu Saini, che offre menu degustazione a più portate originali e accuratamente eseguiti con erbe e fiori coltivati ​​sulle sue terrazze sul tetto, con caratteristiche come granchio fritto con burro chiarificato, polpette di pollo tandoori e pulao de morel con Assam tè dashi.

Foto: Economia e turismo di Dubai / Studio Tresind

14 ristoranti hanno ricevuto un Bib Gourmand

L’edizione 2022 della Guida MICHELIN Dubai mette in evidenza anche 14 ristoranti Bib Gourmand che offrono un’esperienza culinaria dall’ottimo rapporto qualità-prezzo a un prezzo medio di 250 AED per un pasto di 3 portate.

In parte ristorante, in parte museo, Al Khayma si concentra sulla semplice cucina rustica degli Emirati, carni a cottura lenta, spezie arabe e pane fresco cotto nel cortile. Prende il nome da Maryam, la madre dello chef patron Salam Dakkak, Bait Maryam serve deliziosi piatti levantini fatti in casa, cucinati con amore. Brasserie Boulud offre una piccola fetta di Francia in una brasserie in stile classico, che offre di tutto, dalle lumache all’anatra arrosto, alla tarte tatin e all’isola galleggiante. Guidato dalla chef 25enne Sara Aqel e gestito da un team di cucina quasi tutto al femminile, Fi’Lia celebra le conoscenze culinarie tramandate di generazione in generazione con un menu di pizze artigianali con rivisitazioni contemporanee sui piatti della tradizione italiana.

Foto: Economia e turismo di Dubai / Birrificio Boulud

Folly offre un menu basato sugli ingredienti che si concentra su piatti precisi e moderni, cucinati da un bancone della cucina dove i commensali possono osservare gli chef in azione. Goldfish è un concetto originale di sushi e yakitori creato dallo chef Akmal Anuar e condividere piatti e bistecca wagyu è all’ordine del giorno. Con una splendida vista sulla spiaggia dalla bellissima terrazza, Ibn Albahr ospita un banco di pesce fresco dove i clienti possono scegliere cosa mangiare e gustare piatti a base di ingredienti.

Foto: Economia e turismo di Dubai/Follia

Indya by Vineet è la destinazione dove il cibo di strada incontra il piatto da condividere, con coloratissimi piatti di terra (vegetariani), di terra (carne) e di mare.Da Kinoya, cinque piatti ramen formano il menu base, mentre sono proposti classici giapponesi, tra cui il sushi , sashimi, robata e tempura. Il design di Ninive riflette una tenda beduina con tavoli bassi e comodi divani, che dà il tono a una cucina mediorientale e nordafricana gustosa ea buon prezzo. Di proprietà e gestito da tre fratelli siriani, Orfali Bros è ospitato in una splendida cucina a vista a due piani dove vengono serviti giocosi piatti mediterranei con influenze globali come l’imam bayildi insieme a hamburger, caviale e manzo wagyu.

Foto: Economia e turismo di Dubai / Ninive

Gestito dallo chef-proprietario di Singapore Reif Othman, il REIF Japanese Kushiyaki si concentra su snack da strada in stile robata e su un’ampia gamma di sushi, ramen e dessert creativi a ottimi prezzi. Il più antico ristorante persiano di Dubai, lo Shabestan esiste dal 1984 e offre piatti tradizionali persiani, carni marinate, pane appena sfornato e meze. Teible è il ristorante-panetteria alla moda e minimalista che mette in mostra ingredienti stagionali, locali e talvolta fermentati in piatti di alto valore.

Foto: Economia e turismo di Dubai / Teible

Un ristorante è stato premiato con una stella verde MICHELIN per la gastronomia sostenibile

La Guida MICHELIN è lieta di evidenziare i ristoranti all’avanguardia nella gastronomia sostenibile. Quest’anno, un ristorante a Dubai è stato premiato per i suoi sforzi eccezionali e l’eccezionale impegno per la sostenibilità. Lowe’s, un ristorante consigliato dalla MICHELIN dal duo culinario Kate Christou e Jesse Blake, è il primo e unico ristorante di Dubai a ricevere una Stella Verde MICHELIN. Il team di cucina cucina su un fuoco aperto e si rifornisce il più possibile localmente. Come parte del loro impegno a zero sprechi alimentari, le cene “Waste NOT” del ristorante includono da 8 a 10 piatti di scarto, risparmiati nei mesi precedenti.

La selezione completa della Guida MICHELIN Dubai 2022 è disponibile sul sito della Guida MICHELIN https://guide.michelin.com/fr e nell’app Guida MICHELIN, disponibile gratuitamente su iOS e Android.

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.