Mario Draghi: l’Italia invia 3.400 soldati in più nei paesi della NATO

Il capo del governo italiano, Mario Draghi ha annunciato venerdì che l’Italia era pronta a inviare 3.400 truppe aggiuntive nei paesi della NATO, a seguito dell’invasione russa dell’Ucraina.

L’Italia è pronta a mobilitare, in una prima fase, 1.400 soldati dell’esercito, della marina e dell’aviazione e successivamente altri 2.000 soldati, ha spiegato Mario Draghi.

Le forze saranno schierate in “Area di responsabilità della NATO”.

Diverse centinaia di soldati italiani sono già in Lituania e Romania.

L’Italia e la Nato vogliono lanciare un messaggio di unità e solidarietà con l’Ucraina e la difesa dell’architettura di sicurezza europeaha spiegato Mario Draghi.

Il funzionario ha aggiunto che la priorità al momento è rafforzare la sicurezza del continente ed esercitare una maggiore pressione sulla Russia affinché ritiri le sue truppe e torni al tavolo dei negoziati.

L’Italia annuncia un aiuto di 110 milioni di euro all’Ucraina, a fini umanitari e di stabilizzazione macrofinanziaria. Allo stesso tempo, l’Italia aiuterà l’Ucraina con dispositivi di protezione militare e sistemi di sminamento.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato che 7.000 soldati statunitensi saranno inviati in Germania.

“La guerra è totale” Lo ha detto venerdì il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian.

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.