I rumeni dall’Italia si stabiliscono permanentemente nei paesi nordici. Stănășel: “La situazione sta andando di male in peggio”

Claudiu Stănășel, vicepresidente del consiglio comunale di Prato, una città di 200.000 abitanti in Italia, è del parere che i rumeni che vivono in Italia abbiano raggiunto un livello in cui non sono più percepiti negativamente, come avveniva lì da molti anni. fa. Ha anche ricordato una situazione difficile che sta attraversando l’Italia e che stanno attraversando alcuni rumeni, che sono costretti a emigrare nuovamente: a causa della situazione economica sempre più complicata in Italia, molti rumeni hanno finito per stabilirsi definitivamente nei paesi nordici.

Claudiu Stănășel ha rilasciato un’intervista esclusiva a Știrii Diaspora, in cui ha spiegato tutto sulle elezioni in Italia, compreso come sono percepiti i rumeni in Italia.

Ha sottolineato di essere molto felice che tra le “comunità dei romeni e le amministrazioni locali” ci sia una così bella sintonia che non si sente più come prima, che si è stranieri, “gli italiani hanno iniziato a conoscerci davvero” . Claudiu Stănășel si è integrato così bene, anche tra i parlamentari italiani, che, dice nell’intervista, “spesso quando dico loro che sono rumeno, non vogliono nemmeno credermi”.

“Quello che ho notato in questi anni è che tra le comunità dei rumeni e le rispettive amministrazioni locali si è raggiunta una situazione in cui prima non ci si sentiva nemmeno stranieri”. E questa è una cosa straordinariamente positiva, perché io, spesso quando vado al consiglio comunale di regione, al governo, sono stato più volte in parlamento, in tutta Italia con colleghi di altri comuni, ecc. Molte volte quando dico loro che sono rumeno, non vogliono nemmeno credermi, perché ho raggiunto un livello in cui l’hanno superato”.

Claudiu Stănășel: “Cittadini italiani, istituzioni, guardate al vostro valore di essere umano”

Alla domanda su come sono percepiti i rumeni in Italia, ha spiegato che per gli italiani conta come sei come persona, non che nazionalità hai.

“I cittadini italiani, le istituzioni, guardano qual è il tuo valore di essere umano. Vale a dire, cosa puoi fare di più, qual è questo valore aggiuntivo che puoi apportare alla tua unità in cui vivi. E penso che sia un bene. La mentalità è cambiata molto quando si parla di rumeni che vivono in Italia”.ha detto il vicepresidente del consiglio comunale di Prato.

Claudiu è anche consapevole dei problemi in Italia, che non ha nascosto al suo pubblico, in particolare della crisi economica in Italia. Tuttavia, il fatto che, a prescindere dai problemi, molti rumeni abbiano scelto di continuare la loro vita qui, li incoraggia solo a impegnarsi di più a livello istituzionale.

“Tanti rumeni hanno lasciato l’Italia in questi anni, io cerco e dal 2019 a Prato sono partiti circa 850 cittadini rumeni. Sono andati nei paesi nordici, non solo in Germania e Inghilterra, ma anche in Svezia, Norvegia. Davvero , Italia, lo sappiamo tutti e penso che sia noto anche in Romania, l’Italia soffre di una crisi economica che era già in atto prima di questa pandemia. Non ha aiutato e la situazione sta peggiorando. “, ammette Stanășel.

“Combatto ogni giorno per questi rumeni perché voglio vedere questa cosa bella”

“Ma quello che ho notato è che i rumeni che sono rimasti qui, che hanno scelto di vivere qui, sono rumeni che rispettano la legge, che conoscono i loro diritti, che conoscono le loro prove e che portano un valore aggiunto. Combatto ogni giorno per questi rumeni perché voglio per vedere questa cosa bella.

Gli italiani hanno iniziato a conoscerci davvero, e lo dico attraverso il consolato, ma anche attraverso il ruolo delle associazioni rumene che organizzano eventi, realizzano progetti, aspetti positivi e cose interessanti attraverso le quali mostriamo davvero questa grande parte di essere rumeni . Spesso, incluso noi in Romania, ci siamo dimenticati di questa cosa bella, questi prodotti, queste tradizioni, la nostra storia, i nostri valori. E penso che essendo presenti nelle istituzioni, possiamo dimostrare queste cose”, dice Claudio.

I rumeni possono essere a un tavolo importante a livello istituzionale “per scrivere il proprio futuro”

Infine Claudiu ha detto ai romeni in Italia di avere coraggio, di entrare nelle istituzioni, perché solo loro possono prendersi cura del loro futuro.

“È molto importante per i rumeni, se viviamo ancora qui, lavoriamo qui, rispettiamo la legge, entriamo anche nelle istituzioni che sono qui a casa (Italia), perché consideriamo questa come la nostra casa. È molto importante, non solo perché possiamo dimostrare valore come comunità, ma possiamo prendere decisioni, possiamo essere al tavolo importante a livello istituzionale per scrivere il nostro futuro da protagonisticonclude Claudiu Stănășel.

Guarda l’intervista completa qui: Tutto sulle elezioni italiane con Claudiu Stănășel

Rimani aggiornato con le ultime novità. Segui StiriDiaspora e via Google News

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.