Dopo le temperature estreme in Spagna e in Italia, l’ondata di caldo ha colpito anche la Romania

L’ondata di caldo che sta sciogliendo l’ovest e il centro d’Europa sta raggiungendo anche la Romania! La prossima settimana qui nel paese ci saranno oltre 35 gradi Celsius. In Spagna e in Grecia, il sole implacabile ha contribuito a massicci incendi. E la Francia sta affrontando tempeste mortali dopo diversi giorni in cui l’aria era irrespirabilmente calda.

A meno di un anno dai devastanti incendi sull’isola di Eubea, lo scenario si sta ripetendo, scrive Osservatore. L’incendio è scoppiato in una zona montuosa boscosa e le grandi fiamme si sono rapidamente propagate a causa del vento. Quasi impossibile l’intervento dei vigili del fuoco.

Più di 150 soccorritori hanno operato con 30 veicoli, in un’operazione a cronometro in cui sono stati supportati da nove aerei e quattro elicotteri. I residenti del villaggio di Kremastos sono stati evacuati mentre il fuoco si avvicinava minaccioso. In totale, nelle ultime 24 ore, nel Paese sono stati segnalati circa 100 incendi.

Temperature estreme in Spagna e in Italia

Anche per gli spagnoli l’inizio dell’estate è da incubo. Temperature fino a 42 gradi Celsius hanno contribuito in modo determinante agli incendi scoppiati nelle foreste della penisola iberica. Sulle montagne della Sierra de la Culebra, 25.000 ettari bruciati in soli tre giorni davanti agli occhi degli abitanti, inermi di fronte al disastro.

“Siamo venuti a fare rifornimento. La polizia militare ci ha portato qui. Grazie a Dio siamo riusciti ad arrivarci perché la situazione è fatale. Questo è tutto”.

Più di 1.800 persone sono state evacuate da 19 città vicine. Questa mattina il lavoro dei vigili del fuoco ha iniziato a dare i suoi frutti e molti di loro sono potuti rientrare a casa. La missione si è però spostata in Catalogna, ad Artesa de Segre, dove l’incendio non è ancora sotto controllo.

I francesi si sono spostati all’estremo opposto e, dopo giorni di ondate di caldo con temperature fino a 43 gradi Celsius, stanno affrontando forti temporali. Un uomo è morto sul colpo dopo essere stato spazzato via mentre faceva kitesurf sulle spiagge di Villiers.

La notizia non è buona nemmeno per i rumeni. Già la settimana successiva arriverà nel nostro Paese un’ondata di aria irrespirabile e temperature fino a 38 gradi all’ombra.

Rimani aggiornato con le ultime novità. Segui StiriDiaspora e via Google News

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.