L’Italia non applicherà la possibile direttiva europea sul salario minimo

“La decisione dell’Unione Europea lascia ampio spazio agli Stati membri per applicare questo principio secondo le realtà e le caratteristiche di ciascuno Stato. Ad esempio, abbiamo contratti collettivi molto avanzati, anche di secondo livello, quindi questo strumento non deve in nessun modo penalizzare le forme che abbiamo sperimentato con successo”, ha affermato Giancarlo Girgetti, Ministro dello Sviluppo Economico italiano.

La commissione per l’occupazione e gli affari sociali del Parlamento europeo ha annunciato martedì un progetto di accordo sull’istituzione di un salario minimo a livello di Unione europea. L’accordo dovrà essere formalmente approvato dal Parlamento Europeo e dal Consiglio dell’Unione Europea.

Il commissario europeo al Lavoro e Affari sociali Nicolas Schmit ha affermato che “l’Unione europea non imporrà all’Italia un salario minimo”.

“Negli orientamenti politici, abbiamo promesso una legge che garantisse salari minimi equi a livello di Unione europea. Con l’accordo politico di oggi, otterremo risultati. Le nuove regole proteggeranno il lavoro dignitoso e garantiranno che il lavoro sia retribuito”, ha affermato Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione Europea.

Per le notizie più importanti della giornata, trasmesse in tempo reale e presentate ad equidistante, metti MI PIACE la nostra pagina facebook!

Abito Mediafax su Instagram per vedere immagini e storie spettacolari da tutto il mondo!

Rispondi sui siti Web di Aleph News, Mediafax, Ziarul Financiar e sulle nostre pagine di social media – ȘTIU e Aleph News. Vedi la risposta a I Know, delle 19:55, Aleph News.

Il contenuto del sito www.mediafax.ro è destinato esclusivamente all’informazione e all’uso personale. egli è proibito ripubblicazione di materiale da questo sito senza il consenso di MEDIAFAX. Per ottenere questo accordo, contattaci all’indirizzo vanzari@mediafax.ro.

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.