Le donne del nord Italia potrebbero essere pagate per non abortire

Le donne incinte nella regione Piemonte del nord Italia potrebbero essere pagate 4.000 euro per non abortire, ha proposto un consigliere di estrema destra, riferisce Il guardiano.

La sua proposta ha suscitato critiche da partiti di opposizione e gruppi di donne.

Maurizio Marrone, assessore regionale alle Politiche sociali, prevede che la regione offrirà 400mila euro alle associazioni anti-aborto, che a loro volta metteranno i soldi a disposizione di 100 donne per convincerle a non abortire.

In Piemonte nasceranno altri 100 bambini”ha detto Marrone, un politico del partito Fratelli d’Italia.

Il progetto è stato subito condannato, lo ha detto un’altra assessore piemontese, Sarah Disabato “il dono è mascherato da aiuto per le donne che scelgono di abortire per problemi economici”.

Non Una di Meno, alleanza femminista, si è detta disgustata ma non sorpresa dall’iniziativa, accusando Marrone di usare le donne e i loro corpi in “scopi elettorali e un misero posizionamento politico”.

“La maternità è una scelta”, l’alleanza ha scritto su Facebook.

L’aborto è stato legalizzato in Italia nel 1978 con una legge chiamata Legge 194. Tuttavia, le donne hanno difficoltà ad accedere ad aborti sicuri a causa del gran numero di ginecologi che si rifiutano di interrompere una gravidanza per motivi medici morali. Sette medici su 10 in Italia lo sono “obiettori morali”.

Una coalizione di destra composta da Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia ha conquistato la guida del Piemonte nel 2019. I partiti sono in corsa insieme alle elezioni generali, con le prossime elezioni che si terranno nella primavera del 2023.

Per le notizie più importanti della giornata, trasmesse in tempo reale e presentate ad equidistante, metti MI PIACE la nostra pagina facebook!

Abito Mediafax su Instagram per vedere immagini e storie spettacolari da tutto il mondo!

Rispondi sui siti Web di Aleph News, Mediafax, Ziarul Financiar e sulle nostre pagine di social media – ȘTIU e Aleph News. Vedi la risposta a I Know, delle 19:55, Aleph News.

Il contenuto del sito www.mediafax.ro è destinato esclusivamente all’informazione e all’uso personale. egli è proibito ripubblicazione di materiale da questo sito senza il consenso di MEDIAFAX. Per ottenere questo accordo, contattaci all’indirizzo vanzari@mediafax.ro.

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.