L’ambasciatore italiano ha chiesto al governo rumeno una spiegazione dello scandalo Soșoacă. Primo ministro Ciucă: Questo incidente è inaccettabile

Il conflitto che Diana Şoşoacă ha avuto con una squadra di giornalisti italiani provoca reazioni nella politica della penisola. diritto Notizie Rail’Ambasciatore d’Italia in Romania ha chiesto chiarimenti immediati al governo rumeno dopo l’incidente di Bucarest che ha coinvolto la giornalista RAI Lucia Goracci e la sua équipe, da un lato, e la senatrice Diana Șoșoacă, dall’altro.

Dopo questo incidente, anche il governo rumeno ha reagito.

“Il governo rumeno condanna fermamente qualsiasi azione volta a intimidire i giornalisti o ostacolare il diritto dei cittadini alla libera informazione. La libertà di espressione, il diritto di esprimere opinioni e l’accesso all’informazione sono garanzie di una democrazia consolidata e del funzionamento dello stato di diritto. Il Primo Ministro Nicolae-Ionel Ciucă considera questo incidente inaccettabile e rifiuta categoricamente la manifestazione di divergenze di opinioni attraverso la violenza.Il Primo Ministro rumeno è preoccupato per questa questione, che deve essere urgentemente chiarita dalle istituzioni statali competenti“, si trasmette attraverso un comunicato diffuso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Allo stesso tempo, il MAE ha riferito martedì che le autorità italiane avevano chiesto informazioni all’ambasciata rumena a Roma in merito a possibili misure adottate dalle autorità rumene competenti, in relazione all’incidente in cui è coinvolto il senatore Șoșoacă.

“Nell’ambito dell’incidente in cui sono stati coinvolti un membro del parlamento rumeno e una squadra di giornalisti di un canale televisivo italiano, il MAE chiarisce che le autorità italiane hanno chiesto informazioni all’Ambasciata rumena a Roma in merito a possibili provvedimenti adottati dalle autorità competenti autorità rumene.

L’ambasciatore rumeno a Roma ha informato la parte italiana che è stata aperta un’indagine da parte degli organi investigativi penali rumeni, che stabiliranno i dettagli dell’accaduto e determineranno, se necessario, l’adozione di misure, a norma di legge.

Allo stesso tempo, il capo della missione diplomatica ha sottolineato che la Romania rimane profondamente impegnata per la protezione della libertà di stampa, un pilastro importante della democrazia e dello stato di diritto, e che questo incidente isolato non dovrebbe pregiudicare la solidità del rapporto bilaterale tra Romania e Italia, un’opinione condivisa e dalla parte italiana”, si afferma nel comunicato del ministero degli Affari esteri.

La stampa italiana scrive che la giornalista Lucia Goracci e la sua troupe televisiva sono state arrestate in Romania dopo un’intervista alla senatrice anti-vaccino Diana Șoșoacă. Dopo che la giornalista le ha chiesto come veniva gestita la pandemia in Romania e le condizioni negli ospedali, Diana Șoșoacă ha chiuso la squadra nel suo ufficio e ha chiamato la polizia.

Goracci è stato interrogato e perquisito dalla polizia e la squadra è riuscita a partire solo dopo 8 ore, grazie all’intervento dell’ambasciata italiana, secondo La Stampa.

Le immagini trasmesse dal Tg1 mostrano la giornalista bloccata mentre cerca di lasciare l’ufficio dell’avvocato del senatore.

Allo stesso tempo, i frammenti della trasmissione mostrano l’intervento degli agenti di polizia coinvolti con il marito di Diana șoșoăca.

Ad un certo punto la giornalista Lucia Goracci grida alla polizia dicendo: “Non ci state proteggendo! Siamo giornalisti!” Ha detto nella denuncia penale presentata al 4° dipartimento di polizia di Bucarest contro Diana Șoșoacă che il marito del senatore, Dumitru-Silvestru Șoșoacă, le ha morso la mano.

“Siamo entrati nello studio legale della signora Sosoacă e lei ci ha accolto con un atteggiamento sorridente con diverse noccioline e salatini sul tavolo. Quando sono iniziate le riprese, sono rimasto nel corridoio e ho visto che suo marito ha portato una borsa nera in ufficio in cui ha detto che i morti sono stati seppelliti nudi, dopo di che ho visto come poi lo ha portato in cucina.

Successivamente, la signora Sosoacă è diventata nervosa e aggressiva. Entra in conflitto e dice che se non gli piacciono i termini, lei decide che può andarsene. In questo momento la squadra di RAI 1 si prepara a partire. Uscì nell’ingresso ma la signora Sosoacă apparve e chiuse la porta dicendo che non usciamo da nessuna parte. Ha poi detto a suo marito di chiamare la polizia dopo che ha iniziato a urlare e poi un altro uomo è entrato in casa.“, racconta la giornalista Lucia Goracci, la quale fa notare che in quel momento è corsa giù per le scale del palazzo.

Circa 10 minuti dopo, sul posto è arrivata la polizia e il marito del senatore ha iniziato a spingere i giornalisti italiani. Successivamente, il marito della senatrice Diana Sosoacă le ha tolto la maschera dal viso e le ha dato un pugno sul braccio, dopodiché le ha morso la mano.

“Mi ha morso la mano e me ne sono andato”afferma la giornalista Lucia Goracci nella denuncia penale.

Dumitru Silvestru Şoşoacă è stato ascoltato lunedì presso l’ufficio del pubblico ministero vicino al 1° tribunale distrettuale, dove è arrivato per oltraggio. È accusato di aver aggredito un agente di polizia a seguito di un conflitto con una squadra di giornalisti stranieri venuti per intervistare Diana Sosoacă. Silvestru Şoşoacă è stato posto sotto controllo giudiziario per 60 giorni.

Editore: DC

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.