La morte improvvisa di due ragazze di 12 e 13 anni, colpite da un’emorragia cerebrale e da un infarto, scatena una rivolta in Italia. Leader del movimento per i diritti civili: è lo stato di emergenza! Il governo deve uscire da questo silenzio assordante mentre le persone muoiono!



ActiveNews di fronte alla censura sui social network e su Internet. Vai direttamente al sito per leggerci e iscriviti alla nostra newsletter gratuita. Se desideri sostenerci, qualsiasi donazione è benvenuta. L’aiuto di Dio!

Infarto a 12 anni – La comunità di Mondragone in Italia è in lutto per la perdita di un giovane residente, di appena 12 anni. La piccola è stata colpita da un improvviso malore il 4 luglio mentre era in casa, scrive Gazzetta ufficiale rumena.

Quando è arrivato il Soccorso, la bambina era già priva di sensi, in arresto cardiaco a causa di una probabile emorragia cerebrale.

stampa locale – L’Occhio di Caserta – informa che una giovane infermiera, aiutata da un defibrillatore, è riuscita comunque a far ripartire il cuore della vittima, che è stata poi portata d’urgenza all’ambulatorio Pineta Grande di Castel Volturno.

Dopo essere stata intubata, è stata portata d’urgenza all’ospedale “Santobono” di Napoli, dove è morta prematuramente nel primo pomeriggio di martedì 5 luglio. I genitori hanno dato il loro consenso per la donazione degli organi, scrive anche fonte citata.

“La nostra comunità si è svegliata con un sentimento di tristezza e di profonda tristezza per la morte della piccola Chiara. Sono arrabbiato come uomo e come padre, prima ancora del mio municipio, e ho il cuore spezzato per la perdita di un piccolo compagno cittadino. (…) Riposa in pace, angioletto!” fa parte del messaggio di cordoglio del sindaco Francesco Lavanga.

I funerali della bambina si sono svolti ieri, 6 luglio 2022.

Leggi anche Notizie di morti improvvise in Romania: il professor Doru Mateescu, 58 anni, e Radu Bădică, leggenda della pesca sportiva in Romania, sono morti a soli 46 anni

Lo stesso giorno, un’altra giovane donna di appena 13 anni è morta improvvisamente in Italia nella città Vaiano, Prato. Si ammalò mentre era a casa da sola nel pomeriggio del 5 luglio.

È stato un amico della ragazza a far scattare l’allarme e subito sono arrivati ​​a casa della ragazza i soccorsi del 118 con la Pubblica Assistenza e i carabinieri, informano Gazzetta ufficiale rumena.

Nel frattempo sono stati allertati i soccorsi regionali con l’elicottero Pegaso, atterrato sul campo sportivo dove era presente anche un’ambulanza della Misericordia di Vaiano.

I tentativi di rianimazione e trasporto in ospedale purtroppo non hanno avuto successo: non si è più ripreso. La bambina è stata curata al Meyer Hospital, dove le è stata recentemente diagnosticata una miocardite, scrive A Nazione.it.

“Dobbiamo affrontare subito questa gravissima emergenza, che continua in modo impressionante e che con la nostra lotta cerchiamo di denunciare e informare per evitare nuove morti e cercare di fermarla”, ha detto in un video Franco Corbelli, leader del movimento per i diritti civili.

“Cari amici, le morti improvvise purtroppo continuano a mietere vittime molto giovani (come potete vedere) e sinceramente non so più cosa fare. Sto solo dicendo che vivo questo dramma con molta tristezza e dolore. Ecco perché ho realizzato questo videomessaggio. Continuerò a combattere e spero che questa tragedia si fermi”, ha scritto il professor Corbelii dopo le due morti improvvise sopra riportate.

Il leader del Movimento per i diritti civili Franco Corbelli, in un “videomessaggio drammatico e sentito” pubblicato l’altro giorno su Facebook, invita il governo, il presidente del Consiglio Draghi, il ministro Speranza e il professor Locatelli a uscire “da questo silenzio assordante, mentre la gente continua a morire!”.

“Dove sono le istituzioni, il governo, i media? Dove sei tu? Perché continui a tacere e non intervieni sulla tragedia della morte improvvisa, che sta diventando sempre più allarmante con il numero di morti che aumenta vertiginosamente e che colpisce non solo i bambini ei giovani, ma anche gli anziani?”, ha affermato.

Leggi anche Rumeni muoiono all’improvviso: Ruslan Bordos, preside della Facoltà di Urbanistica e Architettura di Chisinau, è morto improvvisamente all’età di 36 anni, il capo dell’ispettore doganale Serghei Veriga, a 51 anni, l’ex calciatore Gabi Oancea, trovato morto nella sua casa a 54

Solo a maggio in Italia ci sono state “più di 200 morti improvvise tra i vaccinati”, secondo i dati presentati dal Movimento per i diritti civili, scrive Gazzetta ufficiale rumena.

“Molti erano giovani, sani e vaccinati. Nemmeno uno di loro, almeno tra i casi riportati dai giornali locali, era non vaccinato. Ma nessuna notizia centrale ha fatto luce su questo aspetto”.

I decessi hanno colpito anche i medici, afferma il leader del Movimento:

“Da fine aprile ad oggi, almeno dieci morti improvvise! L’ultimo, due giorni fa, un medico di Borgosesia di 33 anni.

Per diversi mesi con La veritàunico grande quotidiano italiano impegnato nella difesa dei diritti dei cittadini, stiamo seguendo questa importante battaglia che considero oggi come una priorità assoluta, un’emergenza nazionale che dobbiamo affrontare per evitare ulteriori tragedie”, afferma Corbelli.

Secondo i dati raccolti dal Movimento per i diritti civili, gli oltre 200 decessi improvvisi di maggio hanno colpito anche i giovani, ma soprattutto persone tra i 40, i 50 e anche più di 60 anni. Tutte persone sane ma vaccinate.

“Chiunque guardi questi bambini morti, giovani, adulti, tutti in perfetta salute, che crollano improvvisamente – a casa, per strada, al lavoro, davanti al proprio negozio, in macchina, sul treno, sull’autobus , in aereo, mentre si fa sport, in viaggio, non si può fare a meno di pensare a questo vaccino i cui effetti collaterali, legati a gravi complicanze cardiache come miocardite e pericardite, continuano ad essere documentati in numerosi studi scientifici internazionali, senza dimenticare tutti i altri effetti collaterali, per diverse altre patologie, che continuano a colpire milioni di persone nel mondo”, conclude Corbelli.

Leggi anche le notizie sulla morte improvvisa dall’Europa e dagli Stati Uniti: Marcus Fairs, fondatore della rivista Dezeen, e Linda Kramer, moglie del batterista degli Aerosmith. Entrambi avevano 55 anni

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.