Il formaggio a soffietto rumeno ha ricevuto una stella d’oro in un concorso a Bruxelles. È l’equivalente di un Oscar in gastronomia

Un assortimento di formaggi a soffietto prodotti in Transilvania ha vinto una stella d’oro al concorso internazionale Great Taste a Bruxelles.

È l’equivalente di un Oscar della gastronomia e la giuria – composta da esperti internazionali – è rimasta estremamente soddisfatta del gusto. Inoltre, il nostro Paese si è distinto in altri prestigiosi concorsi nel mondo dove olio, carne di pollo, acqua minerale e salame sono stati carichi di medaglie.

Il profumo di questo formaggio ricordava l’uva Cabernet. All’inizio si avverte un forte sapore di montone, seguito da una leggera dolcezza e morbidezza. Questo formaggio incuriosirà chef e amanti del formaggio ovunque” – Queste le parole con cui la giuria di Bruxelles descrive il formaggio prodotto in un’azienda agricola nella contea di Brașov. “Great Taste” è il più prestigioso concorso internazionale di cibi e bevande e i 500 esperti di tutto il mondo che hanno assaggiato il vino rumeno hanno deciso di assegnargli una stella d’oro. Questo è il terzo riconoscimento internazionale che ha raggiunto il piccolo villaggio transilvano di Rotbav.

George Cățean, proprietario di una fattoria: Nel 2015 abbiamo ricevuto una stella Michelin dall’Istituto di Qualità e Gusto di Bruxelles, nel 2019 una medaglia di bronzo dall’International Teaste Award Italia, e quest’anno quasi un Oscar per il formaggio di soffietto.

Un gallo di bosco allevato lentamente, con solo grano e senza antibiotici, ha fatto scalpore in Francia. 70 esperti internazionali di “Monde Selection” hanno deciso di assegnare una medaglia d’oro al galletto di Bacău.

Leggi anche

prezzi

Daniel Bitere, Direttore Marketing: Viene coltivato in fattorie a bassa densità e su piccola scala vicino a Brad Forests. Viene alimentato con cereali di cui almeno il 70% è mais. Questo gli conferisce più sapore e salute.

Spremuto a freddo in una piccola fabbrica nel dipartimento di Cluj, questo olio di girasole ha sedotto la giuria dell’Istituto di Qualità e Gusto di Bruxelles. 70 rinomati chef, sommelier e nutrizionisti hanno dato valutazioni in base all’aspetto, al gusto e alla sensazione delle papille gustative. Tutti hanno deciso che l’olio del primo raccolto biologico meritava il massimo riconoscimento: tre stelle.

Paraschiva Popa, responsabile della produzione: La degustazione avviene alla cieca, vale a dire che gli esperti non conoscono l’etichetta e l’olio da cui proviene. Hanno apprezzato il nostro gusto e abbiamo ottenuto le 3 stelle. La nostra soddisfazione è tanto maggiore in quanto è stato lavorato dai semi di girasole del nostro raccolto.

I prodotti premiati hanno il vantaggio di poter mostrare il riconoscimento internazionale ricevuto sull’etichetta della confezione.

Relatori: Electra Ghiza, Ana Maria Barbu, Teodora Suciu

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.