I produttori di fragole rumeni si rifiutano di lavorare in Italia. Paesi in cui sono i più pagati

I rumeni che da anni raccolgono fragole in Italia stanno cambiando le loro abitudini. Dicono che gli agricoltori di altri paesi danno loro più soldi e offrono loro migliori condizioni di lavoro.

C’è però anche la categoria di coloro che sono stanchi di lavorare sodo, sotto la pioggia o con il caldo, e che tentano la fortuna in altri campi.

Bogdan Ionică ha serre in Sicilia, con ortaggi e frutta, ma anche uliveti. Questo è il primo anno in cui non trova nessuno che lo aiuti a raccogliere. Chi ha lavorato per lui prima lo rifiuta e gli dice che sceglie altri paesi dove viene pagato meglio o che semplicemente resta a casa.

Bogdan Ionică, agricoltore in Italia: “Abbiamo ancora un po’ da piantare dalla serra, ma mi fermo perché non ho il lavoro e non posso farlo da solo. Vogliono molti soldi, preferiscono stare a casa. loro piuttosto rispetto a ricevere il denaro che era prima. Ho bisogno di almeno quattro persone. Un sacco di raccolti mi sono rimasti in piedi. Non potevo raccoglierli”.

Stipendi più interessanti in Danimarca

In Italia un raccoglitore paga 50 euro al giorno, mentre in Spagna ne guadagna 80, quasi il doppio. Durante tutto questo tempo, in Danimarca, un lavoratore a giornata riceve anche 130 euro.

Leggi anche

Fiera del lavoro a Cluj-Napoca.  Aree in cui è disponibile la maggior parte dei lavori

Toma e sua moglie hanno smesso di lavorare in agricoltura a causa delle condizioni difficili e hanno iniziato a lavorare nel settore alberghiero.

Thomas: “Vai a lavorare e se hai una brutta giornata e non metti i chili giusti, niente soldi, non avrai quel giorno. Se il capo aveva degli ordini, dovevi andare a lavorare per riprenderti. Quindi in questo lavoro veniamo pagati a ore. Ora ci sono tanti lavori, tante agenzie, hai l’imbarazzo della scelta”.

Bianca, la moglie di Toma: “Sui mirtilli hai lavorato fuori, hai lavorato anche sotto la pioggia, stanco. Stare lì in una giornata piovosa non è affatto facile. Qui lavori dentro ed è diverso”.

Nel 2022, la maggior parte delle offerte di lavoro proveniva dal Belgio e dai Paesi Bassi

Adriana Agafon, società di reclutamento per manager delle risorse umane in Danimarca: “Le offerte sono molto vantaggiose perché combinate con alloggio gratuito, salari favorevoli, più ore. In Danimarca guadagnano 1.500-1.600 euro al mese, ricevono alloggio gratuito, soldi per le vacanze, questo è il minimo, abbiamo lavoratori che guadagnano più di 2.500 euro al mese”.

Adriana Sarghie, portavoce dell’AJOFM Iași: “Abbiamo lavori nel campo agricolo per persone che vogliono lavorare raccogliendo asparagi, lamponi. A differenza degli anni precedenti, c’è stata un’esplosione di offerte in questo campo”.

Secondo quelli dell’Agenzia per il lavoro, quest’anno la maggior parte delle offerte in agricoltura proveniva dal Belgio e dai Paesi Bassi.

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.