Germania, Stati Uniti, Francia, Italia e Gran Bretagna chiedono alla Russia di fermare l’invasione dell’Ucraina. “I leader hanno nuovamente invitato il presidente Vladimir Putin ad accettare un accordo di cessate il fuoco”

“Il cancelliere Scholz ha parlato martedì con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, con il presidente francese Emmanuel Macron, con il primo ministro britannico Boris Johnson e con il primo ministro italiano Mario Draghi durante una teleconferenza sul tema delle azioni congiunte in relazione ai continui attacchi militari russi sull’Ucraina. I capi di Stato e di governo hanno deciso di continuare a sostenere attivamente l’Ucraina”, ha affermato il governo tedesco, secondo una dichiarazione pubblicata sul suo sito web e consultata da MEDIAFAX.

“I leader hanno nuovamente invitato il presidente Vladimir Putin ad accettare un accordo di cessate il fuoco, cessare le operazioni di combattimento, ritirare l’esercito russo dall’Ucraina e consentire che si cerchi una soluzione diplomatica alla crisi”, dichiara il governo di Berlino.

I leader tedeschi, americani, francesi, italiani e britannici chiedono alla Russia di consentire l’accesso alle organizzazioni umanitarie nelle aree di scontro militare e di facilitare l’evacuazione dei civili, in particolare dalla città di Mariupol. “I leader hanno deciso di mantenere la pressione delle sanzioni sulla Russia. Hanno anche concordato misure per garantire la sicurezza energetica e contrastare le tariffe energetiche elevate”, sottolinea il governo tedesco.

La Casa Bianca ha annunciato che martedì il presidente degli Stati Uniti Joseph Biden e i leader di Francia, Germania, Italia e Gran Bretagna hanno riaffermato la loro determinazione a continuare a imporre costi aggiuntivi alla Russia e hanno discusso le modalità per stabilizzare i mercati energetici colpiti dalle sanzioni imposte a Mosca. “I leader hanno affermato la loro determinazione a continuare a imporre costi aggiuntivi alla Russia a causa dei brutali attacchi in Ucraina, ma anche a continuare a fornire all’Ucraina assistenza di sicurezza per difendersi da attacchi militari ingiustificati e non provocati”, ha annunciato la presidenza americana.

Il governo italiano ha annunciato nella notte che il presidente del Consiglio Mario Draghi e i vertici di Stati Uniti, Francia, Germania e Gran Bretagna “hanno confermato l’importanza di uno stretto coordinamento delle azioni di ‘assistenza destinate alla popolazione e alle istituzioni ucraine’, principalmente attraverso la creazione di corridoi per gli aiuti umanitari. “Al centro delle discussioni c’era il tema della diversificazione delle fonti di approvvigionamento energetico”, ha detto il governo di Roma.

Per le notizie più importanti della giornata, trasmesse in tempo reale e presentate a equidistante, metti MI PIACE la nostra pagina facebook!

Abito Mediafax su Instagram per vedere immagini e storie spettacolari da tutto il mondo!

Rispondi sui siti Web di Aleph News, Mediafax, Ziarul Financiar e sulle nostre pagine di social media – ȘTIU e Aleph News. Vedi la risposta a I Know, delle 19:55, Aleph News.

Il contenuto del sito www.mediafax.ro è destinato esclusivamente all’informazione e all’uso personale. egli è proibito ripubblicazione di materiale da questo sito senza il consenso di MEDIAFAX. Per ottenere questo accordo, contattaci all’indirizzo vanzari@mediafax.ro.

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.