Due profumieri italiani hanno creato una composizione olfattiva che puoi acquistare solo dalla catena di profumeria locale Obsentum. Dicono che odora di Romania, quali sono i sapori?

Tiziana e Paolo Terenzi hanno un rapporto speciale con le stelle, che hanno studiato fin dall’infanzia, insieme al nonno. Da questa passione è nata la collezione di profumi Luna, del loro brand Tiziana Terenzi. La stella più recente in questa costellazione profumata è Sidus. È il nome della stella più luminosa della costellazione dell’Orsa Maggiore. Lo stesso nome, gli eredi del marchio italiano di profumeria di nicchia, diedero anche la composizione olfattiva che crearono appositamente per la locale catena di profumerie Obsentum.

“Sidus è il nostro regalo alla Romania. È una creazione ispirata dal nostro viaggio qui”, affermano i due fratelli Paolo e Tiziana, venuti a Bucarest per il lancio del nuovo profumo. Sidus parla di sconfinata emozione, energia e gioia di vivere, di una sensualità particolare. Queste sono le parole che usano per descrivere al meglio i rumeni, che hanno scoperto negli anni, dato che i profumieri sono venuti nel Paese più volte in quasi un decennio.

“Sin dall’infanzia, siamo stati appassionati di stelle e costellazioni. Questa passione è stata la base della nostra collezione Luna.”

Sidus è una delle stelle più misteriose, ma è anche una stella che brilla brillantemente, dicono gli artigiani. Volevano tradurre queste caratteristiche nel profumo che porta questo nome e che, secondo loro, è rilevante per la Romania. “Il messaggio che vogliamo trasmettere attraverso Sidus è che chiunque può essere una star, chiunque può brillare, superare la propria paura”.

Creata in esclusiva per Obsentum, la fragranza si apre con un bouquet aromatico di spezie esotiche in cui si fanno sentire fortemente il pepe nero del Kerala, lo zafferano della Sardegna e la noce moscata di Giava, addolciti dal lampone e dal cardamomo della Malesia. .

Le note di cuore sono floreali, a cominciare dalla rosa bulgara e dalla nobile rosa moscata, entrambe abbracciate dalla dolcezza bruciata dello zucchero bianco caramellato. Ma una volta che si deposita sulla pelle, Sidus sembra accendersi mentre l’essenza dell’incenso si fonde in modo idilliaco con l’ambra, i fiori rossi del patchouli indiano e la forza dell’oud del Laos e del muschio di quercia toscano.

“Lavoriamo con Obsentum sin dai loro inizi, dal 2014 al 2015, da quando abbiamo visto il rendering della prima profumeria, che stava per aprire in aeroporto”.

Ripensandoci, Paolo e Tiziana raccontano di essersi accorti allora che i fondatori della locale catena di profumerie di nicchia volevano andare controcorrente, dato che negli aeroporti le persone vogliono fare acquisti veloci e a prezzi ragionevoli.

“Hanno fatto una proposta diversa e hanno creato, secondo noi, il negozio duty-free più spettacolare, un concetto che può ispirare altri rivenditori”.

A creare questo profumo distribuito in esclusiva da Obsentum, i due artigiani italiani, rappresentanti della terza generazione della famiglia che ha creato il marchio Tiziana Terenzi, hanno deciso pochi mesi prima della pandemia.

“Negli ultimi due anni, durante la crisi sanitaria, abbiamo avuto il tempo di vivere più lentamente, di goderci la vita e il processo creativo. Quindi il risultato è stato una fragranza legata al loro spirito, ma anche qualcosa di specifico della Romania. Ci sono voluti due anni perché questa creazione fosse pronta.

“Lavoriamo a quattro mani, come facciamo ora. Per conto di Obsentum, avevo la libertà di creare, ma prima dei dettagli finali – quelli dello sviluppo – ho condiviso questa seducente creazione con i rappresentanti dell’azienda.

In questi tempi folli, i due profumieri affermano di non credere ai confini, ma alle persone.

“Siamo italiani e vogliamo essere amici dei nostri partner commerciali, non importa dove si trovino nel mondo”.

La storia di Tiziana Terenzi è già stata raccontata dalla terza generazione della famiglia. È una storia di artigianalità e di saper fare che inizia a essere scritta nel 1968. Il viaggio in questo mondo profumato è iniziato in provincia di Rimini in Italia con le candele profumate ed è proseguito parallelamente ai profumi di nicchia.

“Siamo un marchio artistico, non un’azienda che si concentra sul ROI (ritorno sull’investimento, tasso di rimborso – trans.). Quello che facciamo in realtà è l’alchimia che passa attraverso la bottiglia e che finisce per conquistare il consumatore”.

Tiziana Terenzi è insegnante di arti applicate e designer, la sua formazione artistica è visibile in ogni creazione e in ogni dettaglio sulle bottiglie e sul confezionamento dei prodotti.

“Ho studiato arte e penso che usiamo la formula di Da Vinci in tutto ciò che facciamo. La bellezza viene dall’armonia, dalle proporzioni. Ci sono cose che cerchiamo in tutto ciò che facciamo. facciamo, in tutto ciò che ci circonda”. Paolo Terenzi è un profumiere, è un artista non convenzionale, con una propria filosofia centrata sulla creazione del bello.

“Abbiamo tre marchi di proprietà della nostra casa, con circa 150 profumi in totale”.

Oltre agli aromi che portano uno dei marchi della casa, il team di Tiziana de Terenzi produce anche essenze su misura per i clienti VIP. È un processo molto popolare, ma molto costoso, dicono i due fratelli.

“Quello che abbiamo fatto con Sidus è qualcosa di diverso, è una celebrazione del nostro rapporto con Obsentum. È un progetto pionieristico per noi, è una testimonianza di amicizia”.

Accanto a questo, l’azienda produce anche fragranze private label per grandi nomi del settore della moda. Questo modello economico permette ai fondatori da un punto di vista finanziario di svilupparsi artisticamente con le proprie creazioni.

“Riceviamo sempre offerte di vendita. Le offerte provengono sia da fondi di private equity che da investitori strategici, grandi gruppi del settore.

“Tuttavia, abbiamo un modello operativo diverso, vogliamo esplorare i nostri limiti. Inoltre, siamo un’azienda solida, quindi non abbiamo bisogno di vendere”.

Quando creano un profumo, Tiziana e Paolo concentrano la loro attenzione su un massimo di 200-300 essenze nobili, dalle quali ne estraggono solo alcune.

“Scegliamo di utilizzare solo ingredienti naturali perché nella natura c’è un equilibrio, qualcosa di unico che non può essere riprodotto sinteticamente”.

Credono che ciò che manca a questi ingredienti creati in laboratorio sia l’anima. Non credo di poter creare qualcosa del genere, qualcosa con un’identità, qualcosa di unico. “L’imperfezione viene dalla natura e crediamo che dovresti trarre vantaggio da tutto ciò che ha da offrire.”

Allo stesso tempo, una convinzione della famiglia Terenzi è che non puoi creare bellezza se distruggi la terra.

“Ecco perché utilizziamo l’energia solare nella produzione, filtriamo l’acqua”. Fin dagli anni ’70, il padre di Paolo e Tiziana era stato un sostenitore della green economy, anche se all’epoca questo concetto non era così diffuso come lo è oggi.

“Tuttavia, ci ha educato in questo spirito, quindi è naturale lavorare in questo modo. Non è una scelta, è naturale. Noi, nella fabbricazione dei nostri prodotti, utilizziamo solo ingredienti naturali Siamo collegati alla vecchia scuola di profumeria, produciamo essenze all’italiana.”

I due fratelli sono coinvolti nell’intero processo di realizzazione dei sapori. In Italia hanno 80 persone nel team di produzione, più i consulenti di bellezza. In totale, ci sono più di 200 dipendenti. “Negli affari, non puoi fare nulla da solo.”

Il marchio Tiziana Terenzi è presente in più di 100 paesi, ma la famiglia proprietaria dell’azienda conta ora su uno sviluppo accelerato attraverso le proprie boutique. Vogliono 240 negozi monomarca di questo tipo in futuro. “Oggi ne abbiamo cinque, ma altre 3-4 sono in vari stadi di sviluppo”. Per la Romania, intendono rimanere partner di Obsentum e svilupparsi insieme. “Attraverso questi negozi non vogliamo celebrare il marchio, ma offrire un’esperienza multisensoriale al cliente. In un mondo digitale, vogliamo tornare alle nostre origini, alla cerimonia che un tempo rappresentava il processo di vendita”.

Quando si tratta di profumi, i due fratelli credono che si possa dire che qualcosa non ti piace, ma non che sia male.

“Tutto ciò che facciamo è prodotto in Italia. Non seguiamo le tendenze, ma uno stile tutto nostro.”

Le fragranze della collezione Luna, ad esempio, possono essere indossate da sole o miscelate con altre della collezione perché c’è un legame invisibile tra loro.

“Queste creazioni sono ispirate dai nostri ricordi con il nonno.” Il risultato è un viaggio olfattivo intergalattico. “Le stelle sono fuoco, ecco perché tutte le nostre fragranze della collezione sono seducenti, appassionate. Non crediamo nel genere in profumeria, quindi tutto ciò che realizziamo è unisex”.

In armonia con le essenze che trasportano, le bottiglie presentano dettagli soffiati in oro 24 carati. Inoltre, sulla copertina dei profumi della collezione Luna sono presentate anche le fasi lunari.

“L’Italia è la base della nostra attività”. Lì sono cresciuti, si sono sviluppati, circondati dalla bellezza, dalla storia.

“È un sentimento di appartenenza che ci lega a queste terre. E in più, abbiamo cercato di mettere una goccia del senso della vita, di questa dolce vita, in ogni profumo”.

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.