Anatoli Ciubais sarebbe stato avvelenato, ritiene l’opposizione russa. L’ex vice primo ministro conosce molti segreti su Vladimir Putin

Anatoli Ciubais, ex vice primo ministro russo ed ex consigliere speciale di Vladimir Putin, che ha lasciato la Russia in circostanze oscure a marzo poco dopo che il Cremlino ha invaso l’Ucraina, si è ammalato improvvisamente ed è arrivato lo scorso fine settimana per la rianimazione, e gli oppositori russi non stanno governando la possibilità che sia stato avvelenato, poiché conosce molti segreti sul leader russo.

Sebbene i media russi affermino che Anatoli Ciubais soffra di una rara malattia autoimmune, alcuni oppositori russi, come Mark Feighin, ritengono che l’ex funzionario possa essere stato avvelenato, data la grande quantità di informazioni segrete che possedeva su Vladimir Putin, nell’installazione di che al potere, più di due decenni fa, era direttamente coinvolta, riporta l’agenzia di stampa ucraina Unian, rilevata da Agerpres.

La Russia dell’ex agente del KGB Vladimir Putin ha una ricca storia di eliminazione degli oppositori, con il metodo principale utilizzato negli ultimi anni è l’avvelenamento, a partire da Alexander Litvinenko nel 2006, in cui ha usato il polonio, e più recentemente con Sergei Skripal (2018) e Aleksei Navalnîi (2020), in cui è stato utilizzato noviciok.

Vladimir Putin e Anatoli Ciubais nel 2008, quando l’ex vice primo ministro era direttore di RAO UES, la principale società russa di generazione di energia Foto: Profimedia Images

L’edificio dove abitava Ciubais, controllato da persone in tute di protezione chimica

L’annuncio del ricovero di Ciubais in una clinica europea è stato dato per la prima volta da una nota conduttrice televisiva russa, Ksenia Sobceak, anche lei attualmente all’estero. Dice che l’ex funzionario russo è stato diagnosticato Sindrome di Guillain Barre. È stato anche da lei che la stampa russa ha appreso che l’edificio in cui Anatoli Ciubais si è ammalato improvvisamente è stato controllato da specialisti in tute protettive chimiche.

Tuttavia, Ksenia Sobceak non ha rivelato il Paese in cui si trova attualmente l’ex consigliere Putin ed ex direttore della compagnia di Rosnano, ma alcuni siti web in Italia hanno scritto che Anatoli Ciubais era in vacanza sull’isola della Costa Smeralda, nel nord della Sardegna, e attualmente le sue condizioni sono abbastanza gravi. Secondo quanto riferito, è stato ricoverato nella clinica dell’ospedale Mater Oblia.

Inoltre, a fine aprile, l’agenzia di stampa ufficiale russa TASS ha riferito che Ciubais si sarebbe stabilito in Italia, Toscana o Sardegna, dove sarebbe proprietario di immobili.

Anatoly Chubais
Anatoli Ciubais, catturato nel maggio 2022 in un supermercato a Cipro Photo credit: Profimedia Images

Perché il Cremlino sarebbe interessato a sbarazzarsi di Anatoli Ciubais

«E se il Cremlino potesse avvelenare Ciubais? Cancellalo? Certo che potrebbero. Ciubais è il proprietario di una mole colossale di informazioni su Putin e il suo entourage, su molti segreti di Stato. Prima di tutto, potrebbe sapere tutto quello che è successo al Cremlino quando Putin è salito al potere. In secondo luogo, certamente sa quasi tutto quello che è successo nell’amministrazione presidenziale russa per più di un quarto di secolo”, ha affermato Mark Feighin, un noto ex parlamentare e avvocato russo.

Anatoli Ciubais, che – come la maggior parte degli stretti collaboratori del presidente russo – viene da San Pietroburgo, è stato consigliere di Putin fino all’ultimo momento, ma è stato licenziato due giorni dopo la sua prematura partenza dalla Russia.

Il presidente russo Putin incontra lo chef Rusnano Chubais
Anatoli Ciubais è stato il consigliere speciale di Vladimir Putin fino a marzo 2022 Photo credit: Profimedia Images

Mark Feighin presume che Vladimir Putin avrebbe ragioni sufficienti per eliminare Ciubais, ma per ora non ci sono conferme da fonti indipendenti, rileva l’agenzia ucraina Unian.

Secondo Feighin, Anatoli Ciubais è fuggito dalla Federazione Russa promettendo al Cremlino di rimanere in silenzio. Di recente, però, sono emerse notizie secondo cui alcune agenzie di stampa hanno cercato di intervistarlo, ma lui ha rifiutato, per paura di possibili rappresaglie da parte dei servizi segreti.

Sebbene il dissidente russo ritenga che Mosca ei suoi servizi segreti possano essere coinvolti nell’improvviso peggioramento dello stato di salute di Ciubais, non esclude che l’ex alto funzionario si sia comunque ammalato per cause naturali, visto che si avvicina da 70 anni.

Chi è Anatoli Ciubais?

Da parte sua, Kira Iarmysh, portavoce dell’avversario Aleksei Navalnyi – il nemico numero uno del Cremlino, attualmente detenuto in un penitenziario di massima sicurezza – afferma in un post su Twitter che “nessuno davvero che Ciubais non sarebbe stato avvelenato: si è la reputazione del Cremlino”.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha definito “triste notizie” la notizia del ricovero di Ciubais, augurandogli una pronta guarigione. Lunedì ha detto che le autorità russe non conoscevano i dettagli delle condizioni di Ciubais.

Anatoli Ciubais, considerato vicino a Vladimir Putin, è una figura politica molto nota in Russia, ma anche all’estero. Ha ricoperto posizioni di rilievo nello stato dall’inizio degli anni ’90, quando il presidente Boris Eltsin è salito al potere. Anatoli Ciubais si è poi occupato della privatizzazione delle imprese statali, appena uscite dall’economia sovietica, un processo che ha portato all’emergere della famigerata classe degli oligarchi russi, un piccolo gruppo di magnati che divenne stranamente ricco durante la campagna di privatizzazione del 1990. , mentre milioni di russi furono lasciati in povertà in mezzo al crollo economico post-sovietico.

Anatoly Chubais
Anatoli Ciubais ha gestito le privatizzazioni in Russia sotto l’ex presidente Boris Eltsin Foto: Profimedia Images

Ciubais è stato nominato rappresentante speciale di Vladimir Putin per le relazioni con le organizzazioni internazionali nel 2020, dopo le sue dimissioni dalla carica di presidente della società tecnologica statale RUSNANO, di cui era a capo dal 2008.

In qualità di rappresentante speciale, Ciubais ha avuto il compito di curare gli “obiettivi di sviluppo sostenibile”.

Negli ultimi anni, Anatoli Ciubais ha continuato a sostenere le riforme economiche ed è stata una delle figure più importanti associate al governo russo.

Nel 2010, Anatoli Ciubais avvertì che l’ascesa del fascismo è l’unica grande minaccia per la Russia e potrebbe distruggere il Paese, una tesi che ora si trova nella propaganda del Cremlino per giustificare l’invasione dell’Ucraina, ricorda Reuters.

Editore: Luana Pavvaluca

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.