“Si è rifiutato di vedere sua figlia”

Si dice che Elena Udrea avesse problemi di salute, poiché si trova nel penitenziario femminile di Târgșorul cel Nou. Inoltre, che si sarebbe rifiutato di mangiare. Qual è la verità, davvero? La direzione del carcere fa luce su questo caso. Rompe il silenzio il leader della Federazione dei sindacati dell’amministrazione nazionale dei penitenziari (FSNAP), Cosmin Dorobanțu.

La verità sulle condizioni di salute di Elena Udrea

La dirigenza del penitenziario di Târgșor afferma che l’ex ministro del Turismo non è in sciopero della fame né ha perso peso durante il suo primo mese dietro le sbarre. Il leader dell’FSNAP Cosmin Dorobanțu ha negato che l’ex bionda Cotroceni avesse problemi di salute.

Voci di falso sciopero della fame

Le voci secondo cui Elena Udrea si rifiuta di mangiare in prigione e ha perso circa 10 chilogrammi sono false, afferma il leader della National Penitentiary Administration Trade Union Federation. Cosmin Dorobanțu.

“Elena Udrea non si è mai trovata nella situazione di rifiuto alimentare, come la chiamiamo noi. Posso anche dirvi che riceve il cibo giornaliero fornito dal penitenziario, in regime di carcerazione. l’unità lo visita nei tempi previsti o su sua richiesta, in quanto lo fa con qualsiasi altro detenuto. Insomma, non ci sono grossi problemi, come il fatto che abbia perso 10 o 11 chilogrammi”, ha detto Dorobanțu.

Perché evita di vedere suo figlio?

Il sindacalista penitenziario ha citato anche la scusa inventata da chi sta intorno a Udrea, ovvero che il politico si rifiuta di vedere la nipote, sostenendo che “è al lavoro in Italia”. La madre di Eva si rifiuta di confrontarsi con suo figlio perché non vuole che sappia che è in prigione.

“Questa storia che ‘Lavoro in Italia, quando in realtà sono altrove’ è quella che circola nelle nostre carceri. Ti vergogni di essere in carcere e poi preferisci inventarti una scusa. Ma quando hai fatto questo quello che hai fatto, e per il tuo atto sei finito in carcere, eri ancora al lavoro in Italia?”, chiede retoricamente il leader del FSNAP.

Elena Udrea è incarcerata nel penitenziario femminile di Târgșorul Nou, dopo essere stata dichiarata colpevole nel caso Gala Bute di corruzione e abuso di potere.

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.