PRO TV – Momento virale! Un sacerdote teneva il servizio in mutande e l’altare era un materasso gonfiabile

Il sacerdote milanese Mattia Bernasconi è diventato virale su internet dopo aver deciso di tenere la funzione in acqua di mare, utilizzando un materasso di plastica come altare.

Tutti i partecipanti erano in costume da bagno e lo stesso sacerdote indossava un succinto costume da bagno.

Mattia Bernasconi, che si trovava in un campo con diversi ragazzi, in seguito ha detto di aver programmato di tenere il servizio domenicale tra gli alberi sulla spiaggia di Crotone, nel sud Italia, ma il sito era stato preso da un altro gruppo.

Non avendo altra scelta, il sacerdote è entrato in acqua, dopo che lui ei giovani che lo accompagnavano sono rimasti in costume da bagno.

In risposta alle immagini dei media, l’arcidiocesi di Crotone ha accolto con favore il coinvolgimento dei giovani, ma ha sottolineato che ci sono alcuni standard.

@la.repubblica A Crotone un parroco è stato indagato per “offesa a una religione”: aveva celebrato messa in mare usando un materassino come altare. Don Mattia Bernasconi è ora indagato dalla procura di Crotone perché potrebbe avere “offeso una confessione religiosa”. Il parroco è diventato celebre sui social e sul web in questi giorni per un video che showa una sua massa, celebrato in mare con preso la decisione di mettersi in costume e andare direttamente in acqua a officiare, usando un materasso come altare. #crotatorie#mquesta ♬ suono originale – la.repubblica

Mentre veniva aperto un fascicolo contro il sacerdote per offesa all’atto religioso, i testimoni sulla spiaggia hanno apprezzato l’iniziativa del sacerdote.

“Quando fa caldo fa caldo per tutti. Lavoro alternativo, 40 gradi oggi a Crotone”; ha scritto qualcuno che ha registrato il momento e lo ha pubblicato su Tiktok.

Il sacerdote ha detto che non aveva intenzione di essere irriverente, ma che avrebbe evitato tali servizi un’altra volta.

Foto: Tik Tok


Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.