L’Italia ha dichiarato lo stato di emergenza nel nord del Paese. Cinque regioni colpite dalla peggiore siccità degli ultimi 70 anni

L’Italia ha dichiarato lunedì lo stato di emergenza per le aree intorno al fiume Po, che rappresentano quasi un terzo della produzione agricola del Paese e stanno vivendo la peggiore siccità degli ultimi 70 anni, riferisce Reuters.

Il decreto del governo consentirà alle autorità di saltare le formalità e di agire immediatamente se riterranno necessario imporre il razionamento dell’acqua a famiglie e imprese.

Il Padu è il fiume più lungo d’Italia, con una lunghezza di oltre 650 chilometri, che attraversa il ricco nord Italia. Ma molti tratti del corso del fiume si sono prosciugati e gli agricoltori affermano che il flusso è così basso che l’acqua del mare sta entrando nella terraferma, distruggendo i raccolti.

Il Nord Italia sta vivendo la peggiore siccità degli ultimi 70 anni, con il Po che si sta prosciugando in alcune parti del suo corso. Foto – Immagini Profimedia

Il Nord Italia sta vivendo la peggiore siccità degli ultimi 70 anni, con il Po che si sta prosciugando in alcune parti del suo corso. Foto – Immagini Profimedia
Il Nord Italia sta vivendo la peggiore siccità degli ultimi 70 anni, con il Po che si sta prosciugando in alcune parti del suo corso. Foto – Immagini Profimedia
Il Nord Italia sta vivendo la peggiore siccità degli ultimi 70 anni, con il Po che si sta prosciugando in alcune parti del suo corso. Foto – Immagini Profimedia
Il Nord Italia sta vivendo la peggiore siccità degli ultimi 70 anni, con il Po che si sta prosciugando in alcune parti del suo corso. Foto – Immagini Profimedia
Il Nord Italia sta vivendo la peggiore siccità degli ultimi 70 anni, con il Po che si sta prosciugando in alcune parti del suo corso. Foto – Immagini Profimedia
Il Nord Italia sta vivendo la peggiore siccità degli ultimi 70 anni, con il Po che si sta prosciugando in alcune parti del suo corso. Foto – Immagini Profimedia
Il Nord Italia sta vivendo la peggiore siccità degli ultimi 70 anni, con il Po che si sta prosciugando in alcune parti del suo corso. Foto – Immagini Profimedia
Il Nord Italia sta vivendo la peggiore siccità degli ultimi 70 anni, con il Po che si sta prosciugando in alcune parti del suo corso. Foto – Immagini Profimedia
Il Nord Italia sta vivendo la peggiore siccità degli ultimi 70 anni, con il Po che si sta prosciugando in alcune parti del suo corso. Foto – Immagini Profimedia
Il Nord Italia sta vivendo la peggiore siccità degli ultimi 70 anni, con il Po che si sta prosciugando in alcune parti del suo corso. Foto – Immagini Profimedia
,

Il governo ha affermato in un comunicato che le misure di emergenza riguarderanno le terre che costeggiano il fiume e gli spartiacque delle Alpi orientali.

Per estensione, le autorità stanno definendo lo stato di emergenza in cinque regioni del nord – Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Veneto – stanziando una somma iniziale di 36,5 milioni di euro per aiutarle a far fronte alla carenza d’acqua.

“Lo stato di emergenza mira a gestire la situazione attuale con poteri e mezzi straordinari, con misure di soccorso e assistenza per la popolazione colpita”, ha affermato il governo.

L’esecutivo ha aggiunto che in futuro potrebbero essere adottate altre misure per far fronte alla siccità che, secondo le autorità, sta colpendo sempre più il centro Italia dopo un inverno e una primavera estremamente secchi, seguiti da un inizio d’estate eccezionalmente caldo.

I media italiani hanno riferito che il primo ministro Mario Draghi sta valutando la possibilità di nominare un commissario per coordinare la risposta alla siccità nello stesso modo in cui ha fatto il governo creando un posto di commissario per gestire la crisi del coronavirus.

Editore: AC

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.