Il trofeo del Concorso Internazionale di Direzione d’orchestra “Ionel Perlea” è stato vinto da Justin Pambianchi (Canada/Italia), che ha anche vinto tre premi speciali: Ziarul Objektiv Ialomita

La contea di Ialomița ospita ogni anno il Festival “Ionel Perlea”, un evento musicale eccezionale, che promuove la personalità, il lavoro e l’attività culturale e musicale del grande direttore d’orchestra, professore universitario e compositore Ionel Perlea, nato a Ograda, nella contea di Ialomița. Da diversi anni il festival si svolge in più fasi, sia sotto forma di concorso canoro internazionale, sia sotto forma di masterclass di canto, concorso internazionale di direzione d’orchestra e anche masterclass di direzione d’orchestra.

Nello specifico, dal 26 al 29 maggio 2022 si è svolto il Festival Internazionale di Canto, rivolto a giovani cantanti lirici e studenti di accademie professionali e università di tutto il mondo. Poi, durante le preselezioni, si sono iscritti 41 concorrenti, la maggior parte dalla Romania, ma anche da Cina, Corea del Sud, Bulgaria e Francia. Il trofeo è stato consegnato dal mezzosoprano Florentina Soare, che ha vinto anche il premio del pubblico.

Dal 20 al 27 luglio si è svolta un’altra tappa di questo rinomato festival, ovvero un Masterclass Internazionale di Direzione d’Orchestra, concept unico in Europa, completato dalla messa in scena, per la prima volta a Slobozia, dell’integrale del “Don Giovanni” di WA Mozart.

La masterclass è stata organizzata dal M° Dumitru Goia ed è stata rivolta a direttori di ogni età e livello di formazione, offrendo loro l’opportunità di studiare e dirigere il capolavoro mozartiano “Don Giovanni”. Sono stati iscritti 10 studenti, di cui 8 provenienti dalla Romania. Inoltre, gli studenti e il pubblico hanno potuto assistere all’esibizione sul palco di alcuni noti solisti, accompagnati dall’Orchestra “Ionel Perlea” – maestro di concerti Cristian Balaș. Il primo allestimento dello spettacolo “Don Giovanni”, che ha chiuso il masterclass di direzione d’orchestra, è stato ideato dalla direttrice Laura Maria Vlădoiu.

Don Giovanni Foto 14

Dopo la masterclass e dopo lo spettacolo, che è stato magistrale, è seguito, dal 29 al 31 luglio, il Concorso Internazionale di Direzione d’orchestra “Ionel Perlea”.

Alla competizione hanno partecipato 30 concorrenti, un numero record, da tutto il mondo, ma alla fine sono comparsi 23 concorrenti da 16 paesi, di cui un solo rumeno – Cezar Verlan, che non è andato oltre la seconda semifinale. Quindi c’erano concorrenti da Giappone, Argentina, Spagna, Francia, Taiwan, Austria, Cina, Italia, Germania, Belgio, Corea del Sud, Ucraina/Germania, USA, Paesi Bassi, Canada/Italia.

Dopo intere giornate di valutazioni, tensione e stress, sono rimasti in gara sei concorrenti, i migliori direttori, valutati anche da una giuria, al termine delle prove di direzione, lirica e sinfonica, il giorno del gala.

La giuria era composta da Irina Hasnaș, compositrice, editrice e musicologa, Daniel Jinga, direttore e direttore generale dell’Opera Nazionale di Bucarest, Cristian Lupeș, direttore e direttore dell’Orchestra Filarmonica di Sibiu, Adrian Morar dell’Opera Nazionale di Cluj Napoca e il maestro Sabin Pautza.

Così, domenica 31 luglio, nella Sala d’Europa del Consiglio di Contea di Ialomița, che rappresenta l’emblema artistico del dipartimento di Ialomița, si è concluso il Festival “Ionel Perlea”, alla presenza del Ministro della Cultura, Lucian Romașcanu , presidente del consiglio di contea di Ialomița, Marian Pavel, il vicepresidente della CJ, Alexandru Dinu, il prefetto della contea, Constantin Marin, i deputati Ștefan Mușoiu e Raluca Dumitrescu e l’amministratore pubblico della contea, Alexandru Potor .

In apertura della manifestazione è stato osservato un minuto di silenzio per colui che era il presidente del consiglio provinciale di Ialomita, Silvian Ciupercă, morto la mattina di domenica 31 luglio.

Inoltre, l’inno nazionale della Romania è stato interpretato dall’artista internazionale, il soprano Mirella Bunoaica (da Slobozia), vincitrice del concorso internazionale “Ionel Perlea”, e il tenore Paul Celmare, uno dei vincitori del Concorso di canto, regia del maestro Adrian Moraire.

Il ministro della Cultura Lucian Romașcanu si è congratulato con gli organizzatori per questo evento su larga scala e ha espresso il suo sostegno per “tutto ciò che stai facendo ora”.

Ha anche esortato gli uomini d’affari di successo a contribuire finanziariamente quando possono in modo che tali eventi si svolgano a standard elevati, considerando la sponsorizzazione un gesto onorevole. Ha espresso la sua speranza, come politico che occasionalmente parla a tali eventi, “di non rovinare il fascino delle cose che accadono sui palcoscenici, siano esse teatro o musica”.

“(…) Il Ministero della Cultura fa parte di ciò che significa sostenere la cultura in Romania. Due pilastri estremamente importanti devono, al contrario, integrarsi e unirsi: gli enti locali, senza i quali non si può coprire l’intero paese in occasione di eventi importanti e importanti e sponsor È molto importante Tutti voi che avete attività di successo, anche in questi tempi complicati, ricordate che una delle vostre missioni è restituire alla società una parte di ciò che ricevete, e la sponsorizzazione è un cosa estremamente importante e onorevole”. Egli ha detto il Ministro della Cultura, Lucian Romascanu.

I candidati che hanno preso parte alla finale e hanno diretto l’orchestra “Ionel Perlea” sono stati: David Schlager – Austria, Guido Roveda – Italia, Johannes Bettac – Germania, Justin Pambianchi – Canada/Italia, Luping Dong – Cina e Sergi Roca Bru – Spagna .

Per alcune ore hanno diretto famose arie d’opera – Mozart, Donizetti, Verdi, Puccini, Bizet, Gounod, Beethoven (Sinfonia VI – Pastorale), sia da soli che vocalmente accompagnati da soprani, tenori, baritoni, scoreggia.

Il maestro Sabin Păutza, famoso compositore, direttore d’orchestra, professore universitario, dottore in musica, che da molti anni apprezza questo festival, ha affermato di essere rimasto questa volta colpito dal gran numero di concorrenti, ritenendo che “Slobozia non è più solo una piccola città, ma una capitale musicale del mondo”.

“Questa volta sono rimasto colpito, nonostante sia stato invitato per molti anni, dal gran numero di concorrenti, provenienti da 16 paesi. Non avrei mai immaginato che una cosa del genere fosse possibile. Congratulazioni a tutti coloro che hanno partecipato a questo grande evento che si sta svolgendo qui a Slobozia, perché diventa sempre più importante e significativa per quello che sta succedendo in questo secolo. Slobozia non è più un piccolo paese, è una capitale mondiale della musica”, ha detto. Sabin Pautza.

Dopo diverse ore di esibizione, durante le quali sono stati valutati i candidati, la giuria ha deciso chi sono i migliori tra i migliori direttori d’orchestra.

Guido Roveda (Italia) ha ottenuto una menzione, il III premio – Luping Dong (Cina), il II premio e due premi speciali (il Premio Speciale dell’Opera Rumena di Craiova e il Premio Speciale dell’Orchestra Filarmonica di Stato di Sibiu) sono andati a David Schlager (Austria) e il vincitore Il vincitore del trofeo del Concorso Internazionale di Direzione d’orchestra “Ionel Perlea” è Justin Pambianchi (Canada/Italia). Allo stesso tempo, ha ricevuto tre premi speciali dall’Opera Nazionale di Bucarest, dall’Opera Nazionale Rumena di Cluj-Napoca e dall’Orchestra “Ionel Perlea”.

Congratulazioni a tutti i concorrenti, vincitori e organizzatori, che hanno reso possibile questo evento, ovvero il Consiglio di Contea di Ialomița, attraverso il Centro Culturale “Ionel Perlea”, in collaborazione con l’Associazione SUONARTE.

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.